CONSIGLI SU COME COMPRARE CASA ALL'ASTA

CONSIGLI SU COME COMPRARE CASA ALL'ASTA

Comprare casa all'asta vuol dire risparmiare fino al 20% del valore dell'immobile. Ma come muoversi nel complicato e poco conosciuto mondo delle esecuzioni immobiliari per evitare di incorrere in problematiche che possono farci perdere l'affare?

Prima di tutto dobbiamo documentarci per verificare la provenienza del bene, cioè sapere se l'immobile che abbiamo adocchiato proviene da un fallimento oppure da un mutuo non pagato od addirittura da un prestito personale non regolarmente saldato. Chi vanta il credito, per la maggior parte delle volte, è una banca; la quale per recuperare quanto più possibile, chiede al tribunale sezione fallimentare, che il bene venga venduto pubblicamente.

Esistono poi le aste dei beni di proprietà dello stato e di altri enti pubblici, chiamate cartolarizzazioni.

I passi da fare quando si decide di partecipare ad un'asta sono i seguenti:

- Dare incarico ad un legale oppure ad un agente immobiliare avvezzo alle vendite giudiziarie;

- Non pensare che il prezzo che vediamo pubblicato sia la bibbia, nel senso che non sempre il valore dato in perizia è realmente conveniente; anzi molto spesso il bene è sovrastimato e poco coerente con i prezzi di mercato. Quindi in questi casi occorre aspettare i successivi ribassi che sicuramente ci saranno;

- Verificare con attenzione l'avviso di vendita, la perizia con i relativi vincoli, oneri, e tutto ciò che può esserci favorevole o sfavorevole una volta fatto l'acquisto, le planimetrie, le fotografie e tutti i documenti disponibili almeno 45 giorni prima dell'asta. E stabilire un budget massimo al quale voler arrivare, prima che si arrivi al giorno della vendita.

- Fissare un sopralluogo attraverso il custode nominato dal giudice per visitare gli immobili, prima dell'asta;

- Documentarsi di tutte le spese a nostro carico oltre al prezzo di aggiudicazione del bene;

- Se l'acquisto deve avvenire mediante l'erogazione di un mutuo occorre muoversi con largo anticipo;

- Molta attenzione si deve, infine, porre quando il bene sia occupato senza regolare contratto d'affitto. In questo caso è il nuovo proprietario che dovrà provvedere a proprie spese ad eseguire lo sfratto, attraverso il proprio legale che procederà all'immediata liberazione tramite ufficiale giudiziario.